View By Date

Tags

1 blog
  • 22 Nov 2013
    L'ho usato anni fa ma mi aveva impallato il computer.E' un programma piuttosto impegnativo, nel senso che impegna diverse risorse, sia del traduttore (che deve imparare nuove funzioni e nuovi comandi) che della macchina (nel senso di computer)!La versione 6 che avevo usato all'epoca non aveva nemmeno il controllo ortografico (almeno per la lingua di mia competenza), e anche le più semplici operazioni di formattazione del testo, che in Word si fanno a occhi chiusi, in PageMaker mi sembravano macchinose (anche se immagino che conti molto la pratica).Mi risulta che PageMaker permetta di fare un rapido e comodo "esporto" in formato rtf, che si può tradurre in Word senza particolari accorgimenti. Ma il cliente (o l'agenzia) difficilmente lo vuole fare perché poi deve "reimportare" la traduzione in PageMaker, e la cosa gli pesa parecchio.Da parte mia resto dell'idea che più il traduttore si limita a a tradurre e meglio è; perché così si può concentrare meglio sulla qualità della traduzione, sul controllo ortografico e grammaticale, sull'omogeneità della terminologia usata.E allora, perché gli vogliamo anche far fare i compiti che spettano a un impaginatore grafico professionale?
    179 Posted by Luciano Drusetta
  • L'ho usato anni fa ma mi aveva impallato il computer.E' un programma piuttosto impegnativo, nel senso che impegna diverse risorse, sia del traduttore (che deve imparare nuove funzioni e nuovi comandi) che della macchina (nel senso di computer)!La versione 6 che avevo usato all'epoca non aveva nemmeno il controllo ortografico (almeno per la lingua di mia competenza), e anche le più semplici operazioni di formattazione del testo, che in Word si fanno a occhi chiusi, in PageMaker mi sembravano macchinose (anche se immagino che conti molto la pratica).Mi risulta che PageMaker permetta di fare un rapido e comodo "esporto" in formato rtf, che si può tradurre in Word senza particolari accorgimenti. Ma il cliente (o l'agenzia) difficilmente lo vuole fare perché poi deve "reimportare" la traduzione in PageMaker, e la cosa gli pesa parecchio.Da parte mia resto dell'idea che più il traduttore si limita a a tradurre e meglio è; perché così si può concentrare meglio sulla qualità della traduzione, sul controllo ortografico e grammaticale, sull'omogeneità della terminologia usata.E allora, perché gli vogliamo anche far fare i compiti che spettano a un impaginatore grafico professionale?
    Nov 22, 2013 179

(200 symbols max)

(256 symbols max)